Sepolcri imbiancati

E gli anziani, i nostri anziani che rovistano dentro i cassonetti e si accontentano degli scarti per mangiare.
E i giovani italiani che devono andare fuori per lavorare.
E gli esodati.
E la fornero.
E la finanza che ci comanda.
E la germania che ci opprime e la Merkel che fa i sorrisetti ironici.
E gli italiani che si suicidano per le difficoltà economiche.
E le industrie che si fregano i nostri soldi e delocalizzano.
Tutto questo, in tutti questi anni, nel silenzio complice, connivente del PD, che ne ha tratto i suoi profitti e che avrebbe dovuto difendere il popolo oppresso e che invece si è schierato dalla parte degli oppressori.
I rappresentanti che fanno passerella ipocritamente impietositi per i migranti e che ignorano orgogliosamente i problemi degli italiani.
La presunta intellighientia, ” sepolcri imbiancati “, con la pancia piena, al riparo dalla crisi per i loro privilegi ed il sicuro conto in banca, che si sente depositaria di una verità pietosamente cristiana (la maggior parte agnostica ed atea) e falsamente umanitaria lontana mille miglia dalla realtà.
Questo è quello che gli italiani non accettano.
Gli italiani non sono razzisti, sono stanchi di essere calpestati e derisi. Stanchi di essere gli ultimi degli ultimi
La pietà per i migranti non manca, ma realisticamente capiscono che dietro di loro c’è la mafia, non quella siciliana e calabrese, e i poteri forti (soros).
E tra queste certezze, un giudice manda un avviso di garanzia. Quell’avviso è indirizzato alla stragrande maggioranza degli italiani.
E se non bastasse una conferma: quello della distanza e del disprezzo che l’Europa ha nei confronti dell’Italia da sempre considerata terra di conquista.
Noi però razzisti, loro invece filantropi
Sarà questa una considerazione qualunquista e populista, comunque reale.
Sempre dalla parte della verità e degli oppressi non di un partito, il PD, autoreferenziale che rappresenta solo se stesso… e se continuano così presto sarà un gruppo Whatsapp

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...