7 aprile – la terra in abruzzo continua a tremare

I morti accertati sono 228. I dispersi sono 50. I feriti sono circa 1.500, di cui 100 in gravi condizioni. Nelle ultime ore sono state estratte vive dalle macerie circa 100 persone. Centinaia di case rase al suolo, altrettante danneggiate. Almeno 70mila persone sfollate. E’ il bilancio aggiornato del terremoto che ha colpito lunedì notte l’Abruzzo.
Di magnitudo 4.8 l’ultima scossa – quella dell’1 e 15 – registrata dalla strumentazione nella zona de L’Aquila, superiore quindi al dato che era stato inizialmente fornito, magnitudo 4.5. Un più approfondito esame ha portato alla correzione del dato. La zona più prossima all’epicentro questa volta è tra Pizzoli, Barete, Capitignano e Cagnano Amiterno. 
Alle 11 e 30 Due nuove forti scosse sono state avvertite a pochi minuti di distanza nel centro dell’Aquila. La più forte ha avuto una magnitudo di 4,3 gradi della scala Richter. Epicentro tra l’Aquila, Villagrande e Collimento. La città ha un aspetto spettrale. 
Alle 14:29 in Abruzzo si è registrata una nuova scossa di terremoto di magnitudo 3.3. Lo ha reso noto la Protezione Civile. L’epicentro è compreso tra L’Aquila, Pizzoli, Nerito e Capitignano.
Alle 20,00 ancora una scossa.
Grande la gara di solidarietà anche dai paesi esteri.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...