Alle ore 3,30 di notte del 6 aprile 2009 la terra ha tremato in Abruzzo.

«È la peggiore tragedia di questo inizio di millennio». Con queste parole il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, definisce il terremoto di magnitudo 6,3 della scala Richter che ha colpito in nottata l’Abruzzo. L’epicentro del sisma è stato registrato nella provincia dell’Aquila, vicino al capoluogo, tra Paganica e Fossa. Incerto il nmero dei morti e dei feriti, 50 mila i senza tetto e la terra continua a tremare.
Le zone colpite dal violento sisma di questa notte sono L’Aquila e provincia in particolare, secondo la mappa tracciata dalla Protezione civile, oltre al capoluogo L’Aquila, San Demetrio, Pizzoli, Rocca di Mezzo, Paganica, Fossa, Villa Sant’Angelo, San Gregorio, Poggio Picenza, Onna, San Pio, Barrile, Ocre, Rovere, Rocca di Cambio, Pianola, Poggio di Roio, Tempera, Camarda. Onna, una frazione dell’Aquila, è stata rasa al suolo, non esiste più. Il terremoto ha provocato delle lesioni anche alle Terme di Caracalla, a Roma. Alle 13.30 il  premier Silvio Berlusconi ha sorvolando in elicottero L’Aquila e le altre zone colpite stanotte dal terremoto. Il Cavaliere è ha poi indetto una confrenza stampa insieme al ministro dell’Interno Roberto Maroni, al ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli e al capo dipartimento della Protezione civile Guido Bertolaso.
Sono state chiuse per verifiche sia l’autostrada Roma – L’Aquila che le linee ferroviare, in parte riaperte questa mattina. Sull’area è stato anche imposto il divieto di sorvolo.
Le Ferrovie dello Stato hanno immediatamente attivato il Comitato di Crisi Centrale e i centri operativi territoriali di Roma e Ancona per verificare eventuali danneggiamenti alle linee.
La circolazione è stata immediatamente interrotta sulle linee interessate per effettuare gli accertamenti, in modo particolare su ponti e viadotti.
Dopo le verifiche, dalle ore 7.00 circa sono state riattivate la linea Alta Velocità Roma-Napoli, il tratto Pescara-Sulmona della Roma Pescara, la Avezzano-Roccasecca, la Termoli-Campobasso, la Campobasso–Vairano e la Carpinone-Isernia.
Restano chiuse per il completamento degli accertamenti le linee regionali Sulmona-L’Aquila-Terni, Sulmona-Tivoli, Giulianova-Teramo, Sulmona-Carpinone.
 
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...