Il prezzo del pregiudizio (nei confronti delle donne)

 

Parità. La nostra Costituzione la tutela negli articoli 3, 39 e 51, ma sappiamo quanto ancora sia lontana la loro piena applicazione. Un ostacolo si frappone come un macigno sulla strada che finora è stata piuttosto impervia: lo stereotipo. A parole tutti dichiarano la propria neutralità sul genere delle persone, ma la realtà è distante.

Lo dimostra uno studio dell’Università di Chicago che ha definito la “tassa sullo stereotipo”: si tratta del prezzo che una persona paga pur di comportarsi in base ad un’idea preconcetta. Per smascherarlo è stato condotto un esperimento: ad un gruppo di laureandi è stato offerta la possibilità di scegliere un lavoro in base a stipendio iniziale, sede, giorni di vacanza e sesso del potenziale capo. Ovviamente gli studenti affermavano di valutare le opportunità solo per le prime tre caratteristiche. Eppure dalle loro decisioni, risultava che erano disposti a rinunciare mediamente al 22% del loro salario pur di avere un uomo come capo, questo per i partecipanti sia di genere maschile sia femminile.

E se il pregiudizio vale per chi si sceglie il capo, lo vedremo insinuarsi anche quando si seleziona il personale (senza contare e calcolare quanto le potenziali maternità allarmino chi deve assumere).

Forse in questo caso il costo dell’impresa che “scarta” un candidato donna sarà superiore al 22%. Maurizio Ferrera continua a sostenere che si tratta di un pessimo affare, soprattutto quando un’impresa cerca un dirigente. Con quali motivazioni? Le manager intuiscono meglio le esigenze femminili e notoriamente i consumi sono decisi ed orientati dalle donne, i Cda che hanno un’adeguata rappresentanza femminile ottengono risultati migliori in termini di ricavi e fatturato e infine le giovani che si affacciano al mercato del lavoro rappresentano il capitale umano più qualificato visto che si sono laureate prima e meglio dei loro colleghi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...