Dopo un mese ancora una giornata di pioggia scrosciante

Ci ervamo dimenticati le piogge incessanti dell’inverno o meglio non le conoscevamo prorpio.  Messina  la cui mappa urbanistica si protende dai Colli Peloritani verso il mare è inframezzata da torrenti che un tempo nel periodo invernale scorrevano copiosi di acqua. Siccome gli uomini hanno corta memoria in quei torrenti hanno stravolto l’ahitat naturale, e adesso ci meravigliamo che si verificano le frane. Ma l’habitat è stato stravolto in tutto il territorio e adesso che finalmente piove si vedono i nefasti interventi degli uomini sulla terra, sulla natura. Come a Messina così in altri parti d’Italia ed oggi sui giornali si legge:
 
A Messina è emergenza da nord a sud. Centinaia di smottamenti, strade interrotte, interi villaggi isolati sia a sud che a nord della città. Continua a preoccupare la situazione di Pezzolo, dove la frana di terra e detriti che ha invaso la carreggiata, non permette agli abitanti di raggiungere con tranquillità e soprattutto sicurezza il resto della città. Andare a scuola o al lavoro assume quasi il sapore di un’impresa. In altri villaggi come Locanda, Villaggio Gesso la situazione è altrettanto critica, In contrada Scoppo, la strada continua ad essere ostruita da grossi massi che giornalmente si riversano sulla sede stradale e un torrente scorre e forma copiose cascate. Un costone frana su "Poggio dei Pini" agglomerato abitativo di San Michele, e due palazzine sono state evacuate e dichiarate inagibili. In città il dissestto del manto stradale per le pioggie la fa sembrare una città bombardata.
Allerta in Calabria. Continua l’allerta della Protezione civile in Calabria dopo che dalla scorsa notte ha ripreso a piovere su tutta la regione. Permangono le interruzioni lungo l’A3, in entrambe le direzioni, tra Falerna e Cosenza e, nel reggino, tra Scilla e Villa San Giovanni a causa delle frane avvenute in più punti. Ancora sequestrato il tratto di autostrada lungo il quale domenica scorsa  si è verificata la frana che ha provocato la morte di due persone.
 
TRAPANI – Il maltempo uccide nel Trapanese. Il fiume San Bartolomeo, a Castellammare del Golfo, ha rotto gli argini e travolto la casa in campagna di Mario Melia, infermiere di sessant’anni dell’ospedale di Alcamo. Il cadavere è stato recuperato dai vigili del fuoco più tardi, tra le acque e il fango del fiume gonfio dalle piogge degli ultimi giorni
 
 Neve al Nord. Pioggia incessante al Sud, neve sul Nord. Una depressione di origine atlantica infligge all’Italia una nuova ondata di maltempo. Neve sull’Appennino, in particolare sul tratto della A1 tra Roncobilaccio e Barberino, tra Firenze e Bologna. Neve è segnalata anche in autostrada sulla A6, da Savona a Torino. Raccomandate le catene a bordo. Imbiancata Milano; fiocchi a Venezia. Neve anche nelle Marche, Abruzzo e in Umbria.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...