Archivi del mese: settembre 2008

“Il Lupo e l’agnello” – Fedro poeta latino vissuto tra il 15 a. C. e il 50 d.C

Erano giunti a un rivo stesso il lupo e l’agnello, sforzati dalla sete. Di sopra stava il lupo, e in giù, basso basso l’agnello. Dalla gola insaziabile in quel punto aizzato il malandrino mise innanzi un pretesto di lite. «Mentre … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

“Alla morte” – di Vincenzo Cardarelli – Tratte da Poesie, 1936, 1942

Morire sì, non essere aggrediti dalla morte. Morire persuasi che un siffatto viaggio sia il migliore. E in quell’ultimo istante essere allegri come quando si contano i minuti dell’orologio della stazione e ognuno vale un secolo. Poi che la morte … Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Gabbiani di Vincenzo Cardarelli – Tratta da Poesie, 1936, 1942

Non so dove i gabbiani abbiano il nido, ove trovino pace. Io son come loro in perpetuo volo. La vita la sfioro com’essi l’acqua ad acciuffare il cibo. E come forse anch’essi amo la quiete, la gran quiete marina, ma … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento | Lascia un commento

Come può un uomo aver ragione innanzi a Dio? – Dal libro di Giobbe (Gb 9,1-12.14-16)

Giobbe rispose ai suoi amici dicendo: In verità io so che è così: e come può un uomo aver ragione innanzi a Dio? Se uno volesse disputare con lui, non gli risponderebbe una volta su mille. Saggio di mente, potente … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento | Lascia un commento

Dante Alighieri – Canto XXXIII del Paradiso – Preghiera di San Bernardo alla Vergine

«Vergine Madre, figlia del tuo figlio,      umile e alta più che creatura,   3 termine fisso d’etterno consiglio,         tu se’ colei che l’umana natura      nobilitasti sì, che ‘l suo fattore   6 non disdegnò … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento | Lascia un commento

Dante Alighieri – Canto XXXIII del Paradiso – Preghiera di San Bernardo alla Vergine Maria

       

Pubblicato in Intrattenimento | Lascia un commento

Dante Alighieri – Canto V dell’Inferno – Paolo e Francesca

            Poscia ch’io ebbi il mio dottore udito      nomar le donne antiche e ‘ cavalieri, 72 pietà mi giunse, e fui quasi smarrito. Queste anime prive del corpo fisico che col suicidio avevano ripudiato, … Continua a leggere

Pubblicato in Intrattenimento | Lascia un commento