La goccia di rugiada di Wilhelm Muhs

All’alba, una goccia di rugiada brillava su una lucida foglia. Una farfalla passò e volteggiando le sussurrò:
"Gocciolina, come staresti bene sul mio vestito azzurro; saresti una perla meravigliosa! E io ti porterei in volo su campi, fiumi e casolari".
Un grosso ragno s’affacciò tra le foglie per tessere la sua tela e la tentò:
"Saresti ammirata da tutti se venissi a ingemmare la mia tela d’argento! E gli uccelli e gli insetti direbbero: Cos’è questa meraviglia?".
Una formica s’arrampicò in quel momento sul tronco di un albero e la pregò: "Vieni a illuminare la mia casa!".
La gocciolina si guardò attorno un po’ confusa e scorse per terra un piccolo fiore, inaridito e quasi senza vita.
Pareva dicesse: "Ho sete". La gocciolina non esitò: scivolò rapida lungo il ramo,
cadde e si spense ai piedi del fiore appassito che subito riprese vita.
                                                                    
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...